Fresella Gourmet

Antica Trattoria da Ettore

Chi è del quartiere lo ricorda bene, lo chiamavano
“Don Ettore o panettiere”, era un fornaio con la
passione per il teatro, la musica, le belle donne
e il buon mangiare. Proprio difronte al forno don Ettore
aprì una piccola trattoria “Don Ettore”, oggi portata
avanti dal figlio Giuseppe insieme alla moglie Angela
ed ai figli Ettore e Raffaele.
È un’antica trattoria napoletana di circa quaranta posti,
all’interno è pieno di foto di attori e cantanti, gli
amici e clienti di Don Ettore, che dopo essere andati
in scena al vicinissimo teatro Politeama erano ospiti di
Ettore che li deliziava con piatti della tradizione napoletana
non prendendo mai i soldi a fine serata. Grandi
nomi del teatro e dello spettacolo, sono immortalati
con tanto di foto e dediche alle pareti, Eduardo De Filippo,
Totò, Gina Lollobrigida, Gino Bramieri, Claudio
Villa, Nino Taranto, Carla Fracci, Gigi Proietti, Lando
Buzzanca, Massimo Ranieri e tanti altri.

Don Ettore lo conoscevano tutti in zona, anche se, molto
anziano amava fare delle passeggiate per Chiaia e,
quando camminava per via Monte di Dio e via Gennaro
Serra, amava fermarsi ai negozi a lui più cari dedicando
loro una canzone napoletana del suo repertorio.
Io, essendo nato proprio lì, ricordo con tenerezza lui e
le sue performance.
Oggi la trattoria segue le antiche tradizioni tramandate
negli anni. A tavola si servono spaghetti alle cozze,
vongole, pasta e fagioli, pasta e patate e poi parmigiana
di melanzane e friarielli, peperoncini verdi fritti al
pomodorino, scarole saltate, friarielli, patate lesse, carciofi
affogati e zucchine alla scapece e tante altre prelibatezze
che seguono rigorosamente il calendario della
cucina partenopea.
Atmosfera e cucina familiare fanno di questa trattoria
un localino dove tornare, assaggiare nuovi piatti e rafforzare
il legame che si instaura con la famiglia Denis.
A fine pasto potete assaggiare anche il caffè del vicino
bar Pascal di Pasquale Portarapillo che è anche un ottimo
pasticciere.

Che dire di più. la famiglia Denis è una di quelle famiglie
che si definiscono per bene, fatta di persone serie
ed oneste; in trattoria poi si mangia bene e non si
spende tanto, cosa chiedere di più. Dimenticavo: papà
Giuseppe e mamma Angelina avevano un’ottima salumeria
e io adoravo la loro provola.
Nando Cirella – direttore responsabile Agricultura e Innovazione
http://www.agriculturaeinnovazione.it/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il novembre 7, 2012 alle 12:23 am ed è archiviata in Uncategorized. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: